martedì 1 maggio 2012

Corbuline di patate con ragù, piselli e formaggio

I ricordi migliori sono i più saporiti, si dice. E quando i ricordi vengono trasformati, rinverditi... è ancora meglio!

Uno dei miei ricordi si chiama "corbuline di patate"... quando ero piccolo mia madre di tanto in tanto le faceva per cena ed era una festa.

Oggi le abbiamo fatte a casa, con mia moglie.

La ricetta è semplice, ci vuole un po' di tempo per preparare il tutto ma la realizzazione di questo piatto non è complicata. La difficoltà, se volessimo categorizzarla, è media.
Il tempo occorrente per fare tutto?
Un paio d'ore!

Intanto parliamo di ingredienti (per quattro persone).
Per le corbuline.
- 8 patate medie lesse;
- 1 uovo;
- 2 cucchiai di farina di grano duro;
- un pizzico di sale;
- semola di grano duro per infarinare le corbuline.
- olio per frittura.

Per il condimento:
- ragù di macinato misto con piselli;
- formaggio filante.

Ma vediamo il procedimento.

Fate bollire le patate quindi a cottura terminata (devono essere ben cotte) pelatele e schiacciatele con una forchetta.

Preparate il ragù secondo  i vostri gusti, noi abbiamo fatto un ragù con macinato misto insaporito con un peperoncino rosso e del basilico.
Al termine aggiungete i piselli finissimi e fate raffinare. Il ragù deve essere molto denso, quasi senz'acqua, per essere usato per riempire le corbuline.

Tagliate un etto di formaggio filante a dadetti piccoli.

Intanto che il ragù si raffredda prepariamo le corbuline.

Rompete un uovo in una terrina capiente, sbattetelo e aggiungete le patate schiacciate (non troppo calde altrimenti l'uovo si cuoce). Aggiungete all'impasto due cucchiai di farina e due pizzichi di sale fino, quindi lavorate l'impasto con le mani per qualche minuto fino ad ottenere un impasto compatto che consenta di fare delle polpette (se occorre aggiungete della farina).
Prendete la polpetta e lavoratela a forma di cestino semplicemente premendo col pollice verso il centro.
Poi passate i cestinetti così ottenuti nella semola e poggiateli rovesciati su un vassoio.
Quando avrete finito potrete passare alla frittura.

Versate l'olio in una padella capiente e fate riscaldare. Dovete fare in modo che le corbuline rimangano immerse almeno per metà nell'olio.
Mettete le corbuline rovesciate nell'olio e giratele solo quando diventano dorate.
Una volta cotte (fate attenzione perché ci vuole pochissimo!) ponetele, sempre rovesciate, in un vassoio con della carta assorbente e fate raffreddare.

Ora aggiungete parte del formaggio a dadetti nel ragù e mescolate. Quindi riempite le corbuline, potete usare un cucchiaino.
Disponete le corbuline in una teglia da forno o in un piatto per il forno a microonde (come preferite).
Usate i dadetti di formaggio filante ancora disponibili per completare la guarnizione delle corbuline, aggiungete alcuni dadetti sopra ogni corbulina.

Infilare al forno per il tempo necessario a fondere il formaggio.
Fate attenzione al forno a microonde, è sufficiente due minuti a 350 W ma dipende da quante corbuline mettete nel piatto. Se le lasciate troppo i piselli del ragù possono scoppiare e rovinare il vostro lavoro.

Abbiamo finito e se avete seguito le mie indicazioni il prodotto finito dovrebbe assomigliare a quello della foto.




Ci è voluto un po' di tempo ma vi garantisco che ne vale davvero la pena...
e buon appetito!

Nessun commento:

Posta un commento

Post in evidenza

Oracle Chatbot: presentata in diretta mondiale la nuova tecnologia basata su Artificial Intelligence

Mercoledì 20 settembre Oracle ha presentato, nella sua sede recentemente inaugurata a Roma, la nuova tecnologia Oracle Chatbot. L’evento ...