giovedì 6 gennaio 2011

Nikola Tesla, l'uomo che ha inventato il XX secolo

di Robert Lomas.

Vi presento un libro,
un libro che parla di un grande scienziato.

Nikola Tesla nacque a Smiljan, in Croazia, nella notte tra il 10 e l'11 luglio del 1856, durante un violento temporale...
Come una premonizione i fulmini di quella notte lo seguirono per tutta la vita.
Chi ha studiato elettronica o fisica probabilmente ricorda il suo nome, associato ad una unità di misura dell'elettricità, ma tutti dovrebbero ricordarlo. Così non é!

A Nikola Tesla dobbiamo la energia elettrica a corrente alternata e, più o meno, tutte le apparecchiature che oggi usiamo abitualmente senza sapere assolutamente niente del loro funzionamento.

Furono in molti ad approfittare della sua buona fede, durante la sua lunga vita (morì nel '43), tra questi un uomo ricordato ancora oggi, Edison. Molti dei successi di Edison come delle grandi società di quei giorni, sono in buona parte attribuibili al giovane ingegnere Nikola Tesla.

A partire dalla legge di Simon Ohm, creò il motore a corrente alternata, scoprì e studiò il fenomeno della risonanza, riuscì a trasmettere onde eletttromagnetiche e a riceverle. Realizzò il suo sogno di trasferire l'energia elettrica senza uso di fili e creò il fulmine in laboratorio... questi sono solo alcuni, i più noti, tra i risultati da lui raggiunti, eppure sono in pochi a conoscerlo.
Come sono in pochi a sapere che fu il primo ad utilizzare la corrente elettrica per la cura del mal di testa e che durante le sue conferenze descrisse buona parte di ciò che oggi utilizziamo... e forse non é ancora finita!

Quali altre sorprese ci riserverà il futuro, tra quelle che Tesla studiò e descrisse?



Alessandro Giovanni Paolo RUGOLO
Ah, un'ultima cosa... Tesla e Einstein vissero e lavorarono più o meno nello stesso periodo; Tesla non era d'accordo sulla visione che Einstein aveva della forza di Gravità... egli credeva infatti che la gravità fosse una conseguenza dei campi elettromagnetici ed elaborò una teoria dinamica della gravità, che non ha però mai pubblicato! Chissà...
Leggi anche:

1 commento:

  1. Ho appena finito di leggere un altro bellissimo libro sempre su Nikola Tesla: L'inventore della luce di Samanta Hunt (Alet editrice).
    Devo riconoscere che la scrittrice ha realizzato un bellissimo libro, basato sulla vita di Nikola.
    Vi invito a leggerlo però dopo aver letto una biografia classica, vi renderà le cose che leggerete molto più chiare e comprensibili.
    Ma, alla fine, cosa ha studiato o inventato Tesla? Ecco un elenco non esaustivo:
    - il raggio della morte;
    - il pensiero fotografico;
    - ferrovia ad alta frequenza;
    - risonanza terrestre;
    - volo elettrico;
    - motore elettrico con turbina a disco rotante;
    - come si genera un fulmine;
    - creazione e prevenzione dei terremoti;
    - amplificatore di energia elettrica;
    - illuminazione ad alta frequenza;
    - ricevitore di energia libera;
    - antigravità...
    Quante di queste cose sono oggi usate normalmente lo possiamo riconoscere a prima vista.
    Quante invece sono ancora sotto lo studio di altri scienziati?
    E che dire a proposito della macchina del tempo, fa parte anch'essa degli studi del grande genio dimenticato?

    RispondiElimina

Post in evidenza

Guglielmo Marconi, un genio italiano

Guglielmo Marconi morì a Roma il 20 luglio del 1937, esattamente ottant’anni fa, per un attacco cardiaco. Con lui scompare un grande prot...