martedì 22 aprile 2014

Pasquetta a Roma: i Mostri

Mostri, creature fantastiche della paura e del mito, questo il titolo della mostra di Palazzo Massimo, nei pressi della stazione Termini.

E' con il Minotauro che inizia il percorso fantastico. Il mitico mostro mezzo uomo e mezzo toro, ucciso da Teseo.

Lo seguono le arpie e le sirene, donne uccello, tremende e cattive. Omero le descrisse tentatrici, altri le dissero sanguinarie.







Eppure in certi casi vengono rappresentate come oggi noi conosciamo gli angeli.



Poi è il momento della sfinge, il mitico custode, ce ne parlano gli antichi come un mostro che poneva indovinelli mortali. Una sfinge egizia, bellissima, fa pensare alle loro capacità di lavorare la roccia.





Maschere mostruose, zampe pelose, zoccoli e corna, introducono i sileni e i satiri.

 

La testa di Medusa, simbolo di potenza, spesso riprodotta sugli scudi e sulle corazze dei guerrieri. Mitica regina dell'estremo ovest, uccisa da Perseo.
 




I serpenti cedono il passo alla bellezza di Bellerofonte e del suo cavallo alato, Pegaso e al mostro da loro ucciso, la Chimera.

 


 



Così si chiude la mostra e si apre un altro mondo, quello di palazzo Massimo, ricco di tesori...
 
Alessandro Giovanni Paolo RUGOLO

Nessun commento:

Posta un commento

Post in evidenza

Guglielmo Marconi, un genio italiano

Guglielmo Marconi morì a Roma il 20 luglio del 1937, esattamente ottant’anni fa, per un attacco cardiaco. Con lui scompare un grande prot...